Positive

Accessibilità

Tutte le pagine del sito rispettano la normativa sull'accessibilità (legge Stanca n. 4 del 9 Gennaio 2004).

Di seguito è illustrata la conformità ai 22 requisiti tecnici previsti dalla normativa (allegato A):

  1. è stato utilizzato il DTD XHTML 1.0 strict (http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-strict.dtd); di conseguenza non è possibile utilizzare tag o attributi presentazionali all'interno delle pagine html; nel caso di link esterni o documenti PDF che richiedano apertura in popup, lo si è specificato come titolo del link;
  2. non sono utilizzati frame (non sono permessi dal DTD XHTML 1.0 strict);
  3. ciascuna immagine è dotata di testo alternativo (alt), che ne indica il contenuto in forma testuale; ove fosse necessario specificare anche un titolo, questo è presente (title). Non ci sono oggetti non di testo che non siano immagini;
  4. tutti gli elementi informativi e le funzionalità sono disponibili anche in assenza di colore;
  5. non sono presenti elementi lampeggianti o in movimento;
  6. tutti i contrasti tra colore di primo piano (testo) e colore di sfondo sono stati verificati in modo che il contrasto sia sufficiente; non sono presenti elementi sonori; si è scelto di non presentare i testi sotto forma di immagini, ove questo non sia stato possibile, tutti i testi presentati come immagini hanno un contrasto sufficiente;
  7. non sono presenti mappe lato client nel sito;
  8. non sono presenti mappe lato server nel sito;
  9. non sono presenti tabelle nel sito;
  10. non sono presenti tabelle nel sito;
  11. le pagine sono strutturate in modo da essere perfettamente comprensibili anche senza l'uso di fogli di stile; tutte le informazioni di tipo presentazionale sono controllate da un foglio CSS title=";
  12. pur essendo stato adottato un layout fisso, i contenuti e la presentazione sono sempre visibili senza sovrapposizioni o perdita di informazioni;
  13. non sono presenti tabelle nel sito;
  14. tutti i campi utilizzati nei moduli sono associati esplicitamente ad un'etichetta (tramite il tag label); le etichette sono posizionate in modo che sia evidente anche a colpo d'occhio il campo a cui si riferiscono;
  15. tutte le pagine funzionano correttamente anche quando javascript è disabilitato; javascript è l'unico oggetto di programmazione utilizzato;
  16. tutti i gestori di eventi sono indipendenti dal dispositivo di input;
  17. non sono utilizzati oggetti di programmazione non definiti da grammatiche formali;
  18. non sono presenti filmati;
  19. si è cercato di associare ciascun collegamento ipertestuale a un testo significativo anche al di fuori del contesto in cui si trova; ove ciò non sia stato possibile, è stato associato un titolo (title) al collegamento;
  20. non è mai utilizzato un timer all'interno del sito;
  21. tutti i link e i pulsanti sono distanti tra loro 1em, ovvero il doppio della spaziatura minima richiesta;
  22. non sono state fatte versioni accessibili di parti del sito, sia perché non se ne è sentita la necessità, sia perché il requisito si applica solo ai siti esistenti.

Il sito Sperotto è accessibile non solo perché risponde ai 22 requisiti di legge, ma anche perché è stato sviluppato tenendo sempre presenti i criteri più generali dell'accessibilità; di seguito gli specifici accorgimenti adottati:

  • separazione totalmente contenuti e presentazione, tramite l'uso di XHTML1.0 e CSS2;
  • studio della progettazione grafica affiché sia il più possibile piacevole da fruire, veloce da utilizzare e facile da ricordare;
  • presenza di un'alternativa testuale per tutte le informazioni veicolate da elementi grafici o sonori;
  • uso corretto degli elementi, ovvero secondo il loro significato: nessuna tabella infatti è utilizzata per l'impaginazione (layout tableless);
  • spiegazione delle sigle con gli elementi ACRONYM e ABBR;
  • adozione di una struttura well-formed per il documento, ricorrendo ad un uso corretto della gerarchia prevista dalle grammatiche formali dei tag di titolo (h1, h2...);
  • codifica di tutti i caratteri non standard;
  • correttezza formale, ma allo stesso tempo compatibilità con browser che non interpretano correttamente gli standard del W3C (come Internet Explorer);
  • test del sito su più dispositivi possibili, inclusi browser testuali e dispositivi palmari;